http://www.aros.orgAROS-ExecAROS-Exec ArchivesPower2People
kitty mascottop logo menu

Aggiornamento

Author:Simone Bernacchia
Date:01-05-2009

Ultime notizie

Dall'ultimo aggiornamento pre-natalizio, moltissimi aggiornamenti sono stati fatti in AROS, sia nel sistema stesso che per quel che riguarda le applicazioni: finalmente AROS è molto vicino ad essere un sistema usabile per gli scopi di ogni giorno.

Oliver Brunner ha rilasciato recentemente la versione 0.3 di Janus-UAE, la versione di E-UAE specifica per AROS figlia della Integration Bounty Phase 1: AROS può aprire applicazioni Amiga OS in finestre e schermi AROS indipendenti; l'integrazione dei menu è attualmente in corso.

La notizia più importante è che AROS ha finalmente il suo browser! Grazie all'opera di Stanislaw Szymczyk, OWB è finalmente disponibile per AROS, consegnandogli piena compatibilità CSS e Javascript, tabbed browsing e download manager. Stanislaw ha inoltre permesso a versioni alternative delle applicazioni di AROS di poter essere compilate al di fuori del source tree principale. OWB è già alla versione 0.9.3 Beta e, per farlo girare correttamente, servono delle versioni recenti di arosc.library, muimaster.library e codesets.library. OWB può essere scaricato dalla sua pagina su sand-labs.

Pavel "Sonic" Fedin sta continuando a lavorare sulla versione Hosted di Windows; nel portarla avanti cerca soluzioni per astrarre il modo in cui AROS dialoga con l'hardware e, questo, lo ha portato anche a lavorare sull'ata.device e su altri componenti che necessitano di avere un accesso più astratto al file system e all'hardware, inclusa, recentemente, l'idea di implementare una gestione "a pacchetti" di SFS. Inoltre Pavel, insieme a Jens Langner, sta cercando di far cross-compilare le versioni più aggiornate delle classi Mui mcc.BetterString e mcc.TextEditor, in modo da essere non più incluse in contrib ma di essere allineate con le loro versioni originali.

Matthias "Mazze" Ruster ha rilasciato una versione alpha di Ignition; al momento non può salvare dati ma è comunque una buona occasione per dare un'occhiata a questa applicazione, sottovalutata nella sua presenza su Amiga ma piuttosto potente e ben fatta; unico problema, l'applicazione è tradotta solo parzialmente dal tedesco; per usarla con il sistema in inglese è necessario rinominare il file ignition_english.prefs in ignition.prefs. Potete provarla prelevandola da qui.

Nik "Kalamatee" Andrews sta operando per migliorare Wanderer: nei mesi scorsi il suo lavoro ha visto migliorare la stabilità intrinseca di Wanderer, apparire una status bar sul fondo delle finestre, ha fatto esperimenti per un albero dei cassetti a lato delle finestre e, per il prossimo futuro, oltre alla richiesta visione in modalità elenco, conta di avere Wanderer strutturato in maniera modulare, dove le varie aggiunte saranno gestite appunto come moduli esterni.

La distribuzione VmwAROS ha cambiato nome: ora si chiama Icaros Desktop e, con il rilascio della versione 1.1.1 consegna i più recenti aggiornamenti del sistema, una stabilità notevolmente migliorata, quasi tutte le applicazioni presenti sono state ricompilate in modo da richiedere solo una versione di muimaster.library - facendo venire finalmente meno il bisogno di usare switchmuimaster - è stata aggiunto lo script IconDress - che consente di cambiare il tema icone da uno stile all'altro con un solo clic. La versione più recente è stata installata con successo in una macchina virtuale su un netbook, mantenendo una velocità ragionevole e permettendo l'uso dell'audio e della rete wireless. Maggiori informazioni qui.

Michal Schulz ha continuato a lavorare sul suo port su Efika e, parallelamente, sulla USB mass storage bounty; verso dicembre quest'ultima era in grado di montare chiavette USB ed effettuare il boot da CD esterno correttamente; vanno inoltre registrati progressi anche sul fronte del port Efika, che hanno portato a una maggiore robustezza del sistema, a un debug report dettagliato e a una feature simile al Grim Reaper di OS4, che porta il sistema in caso di errore a non crashare del tutto. Michal è anche riuscito ad accelerare in parte il driver video ATI. Parallelamente, Neil Cafferkey sta cercando di risolvere i problemi di ata.device con sistemi SATA, raggiungendo già da ora una migliore compatibilità con i controller per gli hard drive.

Recentemente ci sono stati anche alcuni cambiamenti nel modo di fare boot con AROS: in sostanza se si aggiorna il sistema è necessario copiare "a mano" il file aros.boot nella root del disco che contiene il sistema, altrimenti quest'ultimo non sarà riconosciuto come bootabile.

Infine l'arrivo di Steve "ClusterUK" Jones: in passato impegnato nello sviluppo del Siamese System, propone il suo sistema desktop iMica, dotato di un Intel Atom, che monta Icaros in una delle partizioni; iMica offre una delle migliori esperienze su hardware reale, per la scelta di montare come scheda sonora una soundblaster con chip EMU10k supportato da AROS e, grazie al lavoro di Kalamatee che ne ha scritto il driver, per l'uso della scheda di rete RTL8168.


Copyright © 1995-2017, The AROS Development Team. Tutti i diritti riservati.
Amiga® è un marchio registrato di Amiga Inc. Tutti i diritti sui marchi vanno ai legittimi proprietari.